L'Associazione Culturale "Un Grup di Amis" nasce nell'inverno del 1976 costituita da un gruppo di giovani, per dar vita ad un " foglio " che testimoniasse la volontà di quelle giovani generazioni, di reagire alla tragedia disgregante del terremoto attraverso l'impegno personale, per valorizzare le peculiarità del nostro paese, le sue tradizioni la sua storia.

Nasce così il primo numero del giornale "CICUNINS SIMPRI MIOR" realizzato da un primo nucleo di giovani che, con entusiasmo ed idee, si propongono di dare continuità al giornale, ma intendono anche " esplorare " altre strade alla ricerca delle proprie radici.

Con questi obiettivi, l'Associazione ha continuato ininterrottamente ad operare fino ad oggi, riuscendo non solo a rinnovarsi nelle persone e nelle iniziative ma anche a stare al passo con i tempi sotto il profilo giuridico.
Infatti, da Associazione spontanea si legalizza nel 1984 ed iscrive la testata del proprio "foglio " in Tribunale nel 1986.

In questi ventidue anni di storia le iniziative sono state molteplici e si sono orientate su due direttrici: la prima rivolta più specificamente alla gente del paese e delle comunità limitrofe; la seconda tesa a promuovere iniziative di un certo livello culturale che hanno trovato ampio consenso non solo a livello locale ma anche regionale e oltre.
Tutte queste iniziative, per la maggior parte, hanno avuto il pregio di aver reso partecipe buona parte della gente di Ciconicco.
Basti pensare che, per la Rappresentazione scenica in costume della Passione e Morte di Cristo, le persone attivamente coinvolte sono circa duecento, comprendendo in tale numero sia quanti sostengono il r uolo di comparse che quelli addetti ai diversi compiti organizzativi (carpentieri - sarti - pittori - grafici - muratori - ecc..).

Per quanto riguarda il giornale, i collaboratori, cioè chi scrive, sono quasi tutti di Ciconicco, per la maggior parte giovani.
Il Sodalizio, grazie a questa attività e alla stretta collaborazione con le locali Scuola Materna ed Elementare ( per coinvolgere i bambini nel giornale, per allestire il carnevale, ecc..), si pone come riferimento culturale e centro di animazione ricreativa per i giovanissimi e giovani.

Per tutte le attività che si intraprendono, ci si avvale delle strutture presenti in paese e delle risorse derivanti in parte da contributi di Enti Pubblici ed in parte da privati.
Da alcuni anni, le risorse a disposizione sono più scarse sia per il lievitare dei costi da sostenere sia per le difficoltà di bilancio nella quali si trovano le Amministrazioni Pubbliche.

A fronte di questa situazione, giocoforza, l'Associazione si è trovata costretta a ridimensionare le sue iniziative e a ricercare eventuali sinergie con le altre realtà associative locali, nella prospettiva di poter almeno mantenere quelle manifestazioni che fanno parte oramai del bagaglio delle tradizioni locali.