Nella culla c

L'Ass. Cult. Un Grup di Amis APS

organizza e promuove la III edizione del Concerto di Natale "Nella culla c'è un Re - Canti e musica attorno al presepe"

Domenica 3 gennaio 2021, ore 20.30 dalla Chiesa Parrocchiale dei SS Cosma e Damiano di Ciconicco di Fagagna

In diretta streaming sulla pagina Facebook di Un Grup di Amis

LINK https://www.facebook.com/events/251972529832173

In diretta radiofonica su RADIO SPAZIO 103

L'evento è pubblico e non occorre essere iscritti a Facebook per visualizzarlo.

 

Voce: Alessandro Perabò

Flauto Traverso: Linda Martina

Organo: Giacomo Schiffo

 

Programma

42a Sacra Rappresentazione della Via Crucis: 18 e 19 settembre 2020
Eccoci qua a portare sulle colline di Ciconicco il mistero della Passione anche quest'anno, assieme a tutto nostro patrimonio immateriale fatto di conoscenze, di tecniche, di memoria ma soprattutto di relazioni. Rispolverare questo bagaglio e rimettere in moto la macchina organizzativa dopo un momento così tragico come quello della pandemia da coronavirus non è stata una scelta banale né facile. Ci siamo confrontati, abbiamo ragionato ed abbiamo pensato che lo spirito della nostra gente, lo spirito del Friuli, è quello della rinascita, della ricostruzione dopo le catastrofi, quello di saper rimettere assieme i pezzi. Abbiamo voluto che questa edizione fosse un segno di continuità, in un contesto certamente non significativo come quello pasquale, ma importante per dimostrare che la volontà, l'unione delle persone, il lavoro e la passione, soprattutto la passione, hanno una spinta tale da muovere qualsiasi intento.
La quarantena che ci siamo imposti ha in qualche modo messo a repentaglio le nostre relazioni, siamo stati a lungo isolati, da soli o con le nostre famiglie, con il rischio che la dimensione sociale dei nostri paesi e delle nostre comunità si disgregasse: questa edizione ha anche l'obiettivo di ricostruire un gruppo, di rimettere assieme delle persone, di richiamarne altre per gustare insieme il prodotto di un lavoro e di una volontà ecumenici. Così come l'Associazione Culturale nacque all'indomani del terremoto del '76, allo stesso modo oggi la gente della Via Crucis di Ciconicco ravviva il fuoco della nostra Passione. Che questo fuoco scaldi le vostre vite e vi dia la forza di ripartire.
 
Ass. Cult. Un Grup di Amis

 

42a Sacra Rappresentazione Vivente della Passione di Cristo

Colline di Ciconicco di Fagagna (UD) - Venerdì 18 / Sabato 19 settembre 2020 - ore 21

 
Prenotazioni
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-vos-autem-dixi-amicos-42a-rappresentazione-della-passione-a-ciconicco-114130523468

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sms/whatsapp +39 351 8778014
 
Il centenario delle Campane di Ciconicco
100 anni fa arrivavano le campane a Ciconicco, fuse dalla fonderia Broili di Udine.
Le precedenti, fuse alla fine dell'800 circa, erano state requisite dalle milizie nemiche durante l'invasione austro-ungarica del 1917-18.
All'epoca l'evento fu celebrato con grandi festeggiamenti, come si apprende dal seguente articolo comparso il 22/07/1920 sul quotidiano "La Patria del Friuli"

In Ciconicco di Fagagna che fa parte del nostro Comune ed è ameno paesello sulla tramvia Udine-S.Daniele, che finalmente ha ripreso servizio, domenica si  svolgeranno grandi festeggiamenti a totale beneficio dell’erigendo Monumento ai caduti in guerra. Il programma venne concretato dal Comitato promotore,  come in appresso:
Mattina: inaugurazione delle campane.
- Ore 15 Gara ciclistica libera a tutti, sul percorso Ciconicco-Fagagna-Bivio-Madrisio-S.Vito di Fagagna-  Ciconicco Km. 13. Premi in danaro con diploma: 1 L. 60, 2 L. 40, 3 L. 25.
- Ore 16 : Corse nei sacchi, percorso m. 100; 1. L. 25, 2 L. 15, 3 L. 10.
- Ore 18 :  Estrazione Tombola.; 1. Tombola L. 300, 2 L. 200, cinquina L. 100.
- Ore 19 : Gran ballo, su ampia piatta-forma e con distinta orchestra.
Nella serata fuochi  artificiali.
In caso di cattivo tempo i festeggiamenti saranno rimandati alla prossima domenica.



Dell'evento sono sopravvissute un paio fotografie. Possiamo solo immaginare la trepidazione e la gioia della nostra gente, provata dall'orrore della guerra e avvilita anche dalla mancanza del confortante suono delle campane nell'accogliere questo simbolo di fede, pace e armonia che scandisce i giorni con l'Ave Maria e ne annuncia la vita liturgica e sacramentale.
Messe, Battesimi, Matrimoni, Funerali, e Festività.
Quelle campane non sono esattamente le stesse che sentiamo suonare oggi, in quanto la mezzana e la  grande furono rifuse dallo  tesso Broili rispettivamente nel 1932 e nel 1934, per incrinature o difetti nel suono.

A cura di Alessandro Perabò